M5Stop, ovvero come oscurare i post grilleschi da Facebook e vivere sereni
02 Giu 2014

M5Stop, ovvero come oscurare i post grilleschi da Facebook e vivere sereni

Evitare i post indesiderati di un certo Movimento è possibile? Certo!

Nonostante sia passata una settimana dai risultati elettorali, tra astensionismo e rassegnazione, il fervore politico e le lotte a suon di spazzatura digitale pare non si siano placati. Gli argomenti e le discussioni non sono variati, la retorica e i toni qualunquisti sono sempre accesi e i nostri dispositivi digitali sono ancora pieni di commenti politici di dubbia qualità.

Se vi siete stancati di tutto questo, anche se siete simpatizzanti del Movimento 5 Stelle, sappiate che qualcuno ha lavorato alacremente per voi, creando per Chrome un’estensione ad hoc che permette di oscurare dalla timeline di Facebook i post in odore Grillesco.

Installando M5Stop, il contenuto dei post ad alto rischio viene nascosto e ci si presentano due possibilità: sostituirlo con una perla random di alto valore o arrischiarsi e leggerlo.

Noi di BB, entusiasti di tale opera, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con il suo creatore, Giovanni Di Maggio.

Questa estensione per oscurare i post del Movimento 5 stelle dalla timeline di Facebook è davvero anti-democratica. Sei della Ka$ta? Hai un auto blu?

Questa è di sicuro la critica che l’app riceve più di frequente. A vedere nei commenti o nelle mail di insulti che ricevo, c’è sempre un “E allora il PD? E allora il pidimenoelle? Chi ti paga?”. È in cima alla lista degli insulti. C’è questo pensiero strisciante secondo il quale non si possa fare nulla (critica o satira) che abbia come obiettivo il movimento senza essere schierati con il PD, ma la verità è che non c’è alcun collegamento tra l’app e la politica: l’obiettivo di questo piccolo esperimento di satira digitale non è né Grillo né il M5S, è il dilagare di questo rumore di fondo, questo “diffondete” e “condividete” a caratteri cubitali con una tempesta di punti esclamativi, che da un po’ di tempo ha preso possesso del mio monitor e mi fa male agli occhi (e non solo al sottoscritto, data l’accoglienza dell’app). Non tutti l’hanno presa sul ridere.

 Come ti è venuto questo grillo in testa che ti ha fatto creare tale estensione?

L’idea me l’ha data un amico mesi fa, che aveva il mio stesso problema ad ignorare questo spam massiccio. Mi è sembrata subito ottima ma è dovuto passare del tempo, si trattava di una cosa nuova per me, la prima estensione; diciamo che ho unito il desiderio di fare un progetto per me stesso con quello di studiare le API di Google.post facebook

Nessuno aveva mai pensato ad una cosa simile. Secondo te significa che l’ultimo anno di Grillo ha rotto il cazzo quanto venti di Berlusconi e che i grillini vivono e si mescolano insospettati tra noi? Tipo i Visitors.

Hahaha, no. L’app in realtà riprende, almeno nel meccanismo di base, alcune app già esistenti; è il campo di applicazione che la rende una novità. Il paragone con il ventennio non regge, in quanto i sostenitori di Berlusconi non facevano del martellamento continuo una regola, il loro era ed è un modo di partecipare alla politica completamente diverso. I sostenitori del movimento cercano giustamente di coinvolgere quante più persone possibili, e cercano il consenso, come è ovvio e legittimo; il problema è che quando questa pratica diventa insistente, il messaggio che passa è che se non capisci o non sei d’accordo sei un coglione o un corrotto. Ecco, questo piccolo sfogo sotto forma di codice vuole solo dire “Calma ragazzi, non ho vissuto in una grotta gli ultimi vent’anni, so pensare con la mia testa e se non sono d’accordo fidatevi che c’è una ragione”

I grillini sono insorti contro di te o non ti è dato saperlo dato che l’estensione ti ha nascosto eventuali critiche/linciaggi/grida al complotto?

L’estensione non si spinge fino a tanto, il suo funzionamento è molto essenziale. I post non vengono eliminati, solo nascosti leggermente: l’utente vede un post leggermente nascosto ma è visibile la provenienza. Alcuni l’hanno presa un po’ troppo sul serio, anche come funzionalità non è che sia un’app frutto di mesi di lavoro di un team di ingegneri, è più che altro un’operazione di comunicazione. Grillo direbbe “molti nemici, molto onore”, io ricevo e incasso. A volte a leggere le scariche di insulti ci rimango un po’ male, ma più che altro per il livello di alfabetizzazione. Poi ho molti amici 5s che hanno riso con me e apprezzato molto, cosa che mi rende ancora più soddisfatto.

M5Stop

 A quanto pare anche Renzi ha bloccato il Movimento 5 stelle. Ti prego, dicci che in realtà il premier è anche lui una tua estensione per Chrome.

Il M5S si è bloccato da solo, ma la cosa mi interessa molto poco. E mi interesso di Renzi almeno quanto lui si interessa di me: zero. Un’estensione basata su Renzi sarebbe codice che genera recensioni del codice stesso, un loop di autocompiacimento.

 Oltre a oscurare i post degli amici grillini, questa estensione permette anche di sostituirli con delle “perle random”, tipo frasi di Gramsci o Togliatti. Come le hai scelte queste frasi?

Ho scelto gli autori, non le frasi. Ci sono una sessantina tra scrittori, filosofi, scienziati, patrioti e politici. La lista va da Proust a Jung a Matteotti, è volutamente ampia. Le citazioni vengono pescate da Wikiquote tramite un modulo in javascript scritto da un ragazzo canadese, che l’ha messo a disposizione di tutti su Github (come ho fatto io)

 Un’ultima domanda: creeresti un’estensione per bloccare i selfie(s)?

Hehehehe, non siamo ancora a quei livelli di allarme, ma nel caso interessi a qualcuno il codice sorgente è pubblico.

Tutta la redazione di BB ti è estremamente grata.


Aniska Esse

Control freak con una vita dedicata al teatro. Scrive. Legge. Ama l'hip hop. Accumula cose. Ha sempre la valigia pronta. Si perde nella rete ma si ritrova sempre.